Metodo I.G.

L’iter che seguiamo nella creazione di un prodotto di eccellenza inizia con la scelta accurata della cultivar e finisce con il confezionamento del prodotto con un adeguato packaging.

Scelta della varietà

Il ciclo vegeto-produttivo parte con la scelta accurata della cultivar.

Infatti, solo varietà in grado di estrinsecare caratteristiche peculiari in quanto a sapore, aroma, dolcezza e shelf-life vengono considerate nei cicli di coltivazione.

Nell’effettuare tale scelta, si tiene conto che il seme di ciascuna varietà è depositario delle informazioni che porteranno ad un prodotto unico ed irripetibile in quanto a caratteristiche agronomiche e sensoriali.

Scelta delle piantine

L’utilizzo di piantine sane e ben sviluppate è indispensabile per ottenere produzioni elevate e di qualità.

Attraverso la collaborazione di vivai altamente specializzati e strutturalmente all’avanguardia, siamo certi dell’adeguato stato fisiologico e sanitario iniziale della coltura e, in ultimo, sulle buone performance agronomiche della futura coltura.

Utilizzo di piantine innestate

L’utilizzo dell’innesto erbaceo permette di avere un migliore equilibrio fisiologico della pianta, un suo accrescimento vegetativo più armonico ed una migliore risposta produttiva della coltura.

L’innesto, inoltre, rende le piante di pomodoro meno suscettibili ad alcune malattie.

Quanto detto si traduce, nel complesso, in migliori produzioni sotto l’aspetto quantitativo e qualitativo, ed in una maggiore sostenibilità ambientale dei cicli produttivi.

Messa a dimora delle piantine

La messa a dimora delle piatine rappresenta una tappa molto delicata del ciclo colturale, data la vulnerabilità di queste agli stress ambientali.

Pertanto, tale operazione viene effettuata in condizioni di microclima quanto più vicine all’optimum, ed avendo cura di evitare danni meccanici alle piantine.

Ciò riduce al minimo i fattori di stress per le piantine ed ottenere una crescita della coltura uniforme.

Cicli di coltivazione

I cicli di coltivazione si svolgono all’interno di strutture ad elevata tecnologia ed in sistemi fuori suolo a ciclo chiuso.

Ciò permette un più efficiente utilizzo dell’acqua di irrigazione e degli elementi nutritivi e, al contempo, un maggiore rispetto per l’ambiente.

L’elevata competenza degli operatori, inoltre, permette di conferire alle piante la forma di allevamento più equilibrata ed idonea all’utilizzazione delle risorse naturali (luce solare, acqua, elementi minerali), e ad estrinsecare pienamente il potenziale produttivo della varietà.

Fertirrigazione

La fertirrigazione a ciclo chiuso minimizza gli sprechi energetici e riduce drasticamente l’impatto ambientale, a confronto con le tradizionali tecniche di coltivazione.

L’apporto di elementi nutritivi, inoltre, è effettuato assecondando di volta in volta gli effettivi bisogni della coltura.

Ciò favorisce un equilibrato accrescimento della coltura, l’esaltazione delle capacità produttive della pianta e l’ottimizzazione delle caratteristiche organolettiche del prodotto.

Gestione del microclima

Le condizioni ambientali all’interno delle strutture di coltivazione(temperatura dell’aria, umidità relativa, concentrazione di anidride carbonica) sono sottoposte ad una puntuale gestione.

Ciò fa sì che la coltura si trovi in ogni momento del ciclo in condizioni ottimali allo svolgimento delle attività vitali (fotosintesi, accrescimento) e produttive (produzione di nuove infiorescenze e maturazione dei frutti).

Impollinazione

L’impollinazione avviene grazie all’attività degli insetti pronubi, (Bombusterrestris L.); l’utilizzo di ormoni alleganti, per contro, è assolutamente evitato.

Ciò conferisce ai frutti superiori caratteristiche tossicologiche (assenza di residui) igienico-sanitarie (per la minore suscettibilità a malattie parassitarie) e qualitative (maggiore dolcezza e sapidità, pezzatura più uniforme, migliore conformazione dei frutti).

Interventi di potatura sui grappoli

Il processo di maturazione dei frutti viene regolato attraverso interventi manuali effettuati sui grappoli.

In particolare, il pruning consiste in una potatura verde del grappolo, finalizzata a regolarne la lunghezza ed il numero frutti.

Ciò consente di migliorare ed uniformare la maturazione dei frutti, con effetti positivi soprattutto su pezzatura e pigmentazione delle bacche.

Raccolta e confezionamento del prodotto

La raccolta del prodotto, manuale, viene effettuata alla piena maturità dei frutti, nel momento cioè di massima espressione delle caratteristiche qualitative del prodotto (dolcezza, aroma, turgore dei frutti).

La cura, la precisione e la tempestività dell’intervento, assieme alla scelta di un confezionamento in grado di mantenere i frutti nelle migliori condizioni microclimatiche, sono tutti elementi volti a preservarne nel tempo le caratteristiche di freschezza e sapidità.

Scopri i nostri Marchi

Contacts

Our contacts! Follow us

Registred Office: via Carlo Tenca, 22 - 20124 Milano (MI)
Op. Headquarters: c.da Alcerito, snc - 97019 Vittoria (RG)

OFFICE T. +39 0932 851194 - LOGISTIC T. +39 0932 851575

info@isolagrande.com - commerciale@isolagrande.com

Get in touch

Write us!